Come insegnare la Shoah ai giovani: dalla Shoah una lezione per l’Europa e il mondo

sessi_webUfficio scolastico di Belluno, Scuole in Rete, Isbrec, Belluno Comunità che Educa e Spi CGIL, vi invitano all’incontro Come insegnare la Shoah ai giovani: dalla Shoah una lezione per l’Europa e il mondo con il prof. Frediano Sessi.

Docente di didattica delle Shoah nel master di II livello presso l’Università degli Studi di Roma Tre, membro del comitato scientifico della Fondation Auschwitz di Bruxelles, direttore della collana “Gli specchi della memoria” per Marsilio e autore di saggi, romanzi e racconti per adulti e ragazzi sul tema, Frediano Sessi è senz’altro uno dei maggiori esperti del tema della Shoah e della deportazione durante il secondo conflitto mondiale.

L’appuntamento è per il 10 febbraio 2020, dalle 15.00 alle 18.00, presso l’Aula Magna dell’I.I.S. “T.Catullo”, in via Garibaldi n. 10 a Belluno.

L’iniziativa è sostenuta dal Comune di Belluno.

Al termine dell’incontro, agli insegnanti presenti verrà rilasciato attestato di partecipazione

Il monito della ninfea. Vaia, la montagna, il limite

Isbrec, Fondazione “Angelini” e Provincia di Belluno vi invitano Vaia 7 febbraio 2020alla presentazione del libro Il monito della ninfea. Vaia, la montagna, il limite di Diego Cason e Michele Nardelli.
A poco più di un anno dal suo passaggio, una riflessione sugli effetti sociali di Vaia, sul suo impatto e significato sui diversi versanti delle Dolomiti, sulle responsabilità nella cura dell’unica Terra che abbiamo. L’incontro si svolgerà venerdì 7 febbraio, alle ore 18.00 presso la sala Affreschi di Palazzo Piloni, sede della Provincia di Belluno, in via S. Andrea a Belluno. Dopo i saluti istituzionali, la presentazione sarà curata da Francesca Valente (giornalista) con gli interventi degli autori, Diego Cason (sociologo e vice presidente Isbrec) e Michele Nardelli (ricercatore politico).
La cittadinanza è invitata

Crimini fascisti in Etiopia e Resistenza etiope

In occasione del Giorno della Memoria, Anpi-Sez. “La Spasema” Crimini fascisti in Etiopiae Isbrec organizzano la mosta Crimini fascisti in Etiopia e Resistenza etiope. L’intento è ricordare le violenze commesse dal regime fascista nei confronti di quanti venivano ritenuti inferiori. Nelle colonie d’Africa il fenomeno iniziò ben prima dell’entrata in vigore delle leggi razziali che dal 1938 cancellarono i diritti degli ebrei italiani; la mostra dunque ci spinge a riflettere sulle responsabilità di Mussolini e del suo governo verso la popolazione etiope e sulla spinta chiaramente razzista che animava il fascismo.

L’inaugurazione avverrà sabato 25 gennaio 2020 alle ore 17.30 presso il Palazzo delle Contesse di Mel, con gli interventi del Prof. Giovanni Perenzin (direttivo provinciale ANPI Belluno) e del Dott. Matteo Dominioni (Storico e ricercatore allievo di Angelo Del Boca).

Orari di apertura

Sabato 25 gennaio dopo l’inaugurazione
Domenica 26 gennaio dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18
Sabato 1 febbraio dalle 15 alle 18
Domenica 2 febbraio dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18

La manifestazione gode il patrocinio del Comune di Borgo Valbelluna

La cittadinanza è invitata

Visti arrivare e partire. Ebrei stranieri internati in provincia di Belluno (1941-1944)

img197 compressoIl Circolo Auser di Belluno e Isbrec organizzano l’incontro Visti arrivare e partire. Ebrei stranieri internati in provincia di Belluno (1941-1944) con Enrico Bacchetti (Isbrec). La conferenza si terrà il 24 gennaio alle ore 15.00 presso l’aula magna dell’Istituto “Segato” a Belluno. L’iniziativa rientra nelle attività programmate per la celebrazione del Giorno della Memoria e fa parte delle lezioni programmate dall’Università popolare di Belluno per l’anno 2019-2020.

Al centro dell’appuntamento, le vicende di circa 200 ebrei img199sottoposti all’internamento libero, singolare ossimoro con cui si indicava la condizione di semilibertà cui furono destinati destinati migliaia di ebrei stranieri presenti in Italia tra il 1940 e il 1944. Questa vicenda, ancora purtroppo poco nota, mostra chiaramente le responsabilità del regime fascista che, dopo le leggi raziali del 1938, non solo ridusse progressivamente i diritti degli ebrei, ma collaborò attivamente con il regime nazista nel controllo e poi nella deportazione e distruzione di molte vite innocenti.

img206 ritaglio

Vite sospese. Storie di ebrei stranieri internati in provincia di Belluno

In occasione del Giorno della Memoria Auser di Ponte nelle Alpi e Isbrec Immagine 117 ritaglioorganizzano l’incontro Vite sospese. Storie di ebrei stranieri internati in provincia di Belluno. L’incontro si terrà a Ponte nelle Alpi, presso presso la sede della Pro loco, in viale Roma 70 dalle ore 15 e vedrà la presenza di Enrico Bacchetti (Isbrec) che parlerà del fenomeno dell’internamento libero di circa 200 ebrei stranieri nel territorio della provincia di Belluno tra 1941 e 1944.

Quando si pensa alla deportazione e allo sterminio di milioni diImmagine 004 ritaglio ebrei nell’Europa nazista, solitamente non si tiene conto delle responsabilità del governo fascista che invece fu assolutamente coerente con la politica razzista ed eliminazionista del regime hitleriano. L’incontro di Ponte nelle Alpi, attraverso l’analisi di storie personali e famigliari, cercherà di far cogliere cosa significò per molti ebrei stranieri il fatto di finire nella rete di controllo fascista.

Commemorazione della deportazione dei cittadini di Tambre d’Alpago

L’11 gennaio 1945 soldati tedeschi procedevano ad un rastrellamento a Tambre d’Alpago e nelle frazioni vicine. Nel corso di questa operazione venivano fermate decine di persone e 33 giovani erano infine arrestati e condotti nelle carceri di Belluno. Dopo un paio di settimane costoro erano inviati nel Lager di Bolzano per proseguire poi verso i campi del III Reich. 30 di loro vi trovarono la morte.
In occasione del 75° anniversario della loro deportazione, sabato 11 gennaio il Comune di Tambre, in collaborazione con l’Isbrec ricorda quella che fu una delle più tragiche pagine della storia recente della nostra provincia.

Programma

ore   8.45 – deposizione di una corona presso il Monumento ai caduti di Borsoi
ore   9.20 – deposizione di una corona presso il Monumento ai caduti del Cansiglio
ore 10.15 – santa messa nella chiesa parrocchiale di Tambre d’Alpago
ore 10.50 – benedizione e deposizione di una corona d’alloro presso le lapidi dei caduti
ore 11.10 – interventi commemorativi di Oscar Facchin, Sindaco di Tambre, e Enrico Bacchetti (Isbrec) presso il Centro sociale di Tambre

Interverrà la Fanfara di Borsoi

La cittadinanza è invitata

Chiusura dell’Isbrec per le festività natalizie

Si comunica a tutti i soci, gli amici e i frequentatori dell’Istituto Storico Bellunese della Resistenza e dell’Età Contemporanea che l’Isbrec resterà chiuso da lunedì 23 dicembre sino a lunedì 6 gennaio 2020 compresi. Le attività riprenderanno con l’apertura della sede a partire dal martedì 7 gennaio.

Al volgere di un altro anno, il Direttivo dell’Istituto augura a tutti un sereno Natale e uno splendido 2020! Un pensiero particolare va a quanti hanno collaborato e continuano a collaborare con l’Istituto per promuovere e favorire il suo impegno culturale.

Buone Feste

Ricordando le missioni militari alleate

Val Morel 26 dicembre 2019Comune di Limana, Isbrec e Anpi, vi invitano giovedì 26 dicembre a malga Montegal di Val Morel dove avverrà lo scoprimento di una lapide dedicata alle Missioni militari alleate che operarono nel bellunese durante la guerra di Liberazione.

Programma
ore 11.00 scoprimento della lapide
ore 13.00 pranzo presso la trattoria a le Scole, a Val Morel (prenotazione presso Roberto Tacca, Presidente Anpi “La Spasema”, al numero 334 350 58 23)
ore 15.30, presso la sala Vejò di Val Morel, pubblico incontro sul tema Missioni Militari Alleate in provincia di Belluno, con interventi di Giovanni Perenzin, Toni Sirena e Chuck De Caro
ore 17.30 Accensione fuochi sul campo di lancio allestito dai partigiani operanti nella zona di Val Morel durante la guerra partigiana.

La partecipazione è libera

Il 3° settore il provincia di Belluno

Nel quadro della giornata internazionale del volontariato, giovedì 5 dicembre, alle ore 18.00 presso la sala “Bianchi” a Belluno si terrà l’incontro Il 3° settore in provincia di Belluno, nel corso del quale Diego Cason (Isbrec) e Nicola De Toffol (Csv-Isbrec) presenteranno i risultati della ricerca condotta dal Csv di Belluno nell’ambito del progetto Hub3 per tracciare un quadro generale delle forme e dei bisogni dell’associazionismo in provincia di Belluno. Modera l’incontro Federico Brancaleone (Csv Belluno).TERZO SETTORE - PIANETI IN MOVIMENTO [5 dicembre 2019]

L’appuntamento, organizzato da Csv Belluno, Isbrec, Comitato d’Intesa, Federazione per il Sociale e la Sanità di Bolzano e Hub3 e patrocinato dal Comune di Belluno, rientra nel più ampio contenitore Terzo settore: pianeti in movimento, che prevede la mattina del 5 dicembre, alle ore 10.30 lo svolgimento del workshop Una marcia in più, che si terrà in sala “Muccin” presso il Centro Congressi Giovanni XXIII a Belluno e in cui interverranno Simonetta Terzariol, Stefano Perale e Karl Gudauner, moderatore Paolo Capraro in cui si parlerà di modelli per la valorizzazione del volontariato.

I due appuntamenti sono aperto alla cittadinanza

Benvenuti in paradiso

30 novembre 2019 compressoIn occasione della giornata mondiale contro al violenza sulle donne, i coordinamenti donne di Spi-Cgil Belluno, Fnp-Cisl Belluno-Treviso e Uil Pensionati Belluno, in collaborazione con Auser Belluno, Anteas Belluno, Ada Cadore, Isbrec, Ass. “Fenice” di Feltre e Belluno Donna, organizzano lo spettacolo teatrale Benvenuti in paradiso. Viaggio tragicomico tra variegate dipendenze a Norma, di e con Linda Bobbo che si terrà venerdì 30 novembre alle ore 16.30 presso il teatro del Centro Giovanni XXIII a Belluno.

A seguire, il dibattito Disattenzione: la prima violenza in cui interverranno Maria Rita Gentilin (Spi-Cgil), Gabriella Cont (Fnp Cisl) e Debora Rocco che parleranno del tema assieme a Alfio De Sandre (Direttore Dip. Dipendenze Aulss 1 Dolomiti).

Ingresso gratuito

La cittadinanza è invitata