L’Età del colonialismo

Dalla fine del XIX secolo l’Italia comincia a pensare alla conquista di proprie colonie in Africa. Prende così avvio un processo che durerà, con esiti alquanto diversi, sino alla conclusione del secondo conflitto mondiale. Ancora oggi, però, questo capitolo importante e oscuro della nostra storia che ha coinvolto milioni di persone e alimentato sentimenti razzisti anche nella nostra società, resta poco indagato e studiato nelle scuole, spesso vincolate da tempi sempre più compressi e programmi da completare.

A tal fine, l’Isbrec ha pensato ad attività gratuite che, collegando la storia personale e locale a quella nazionale, raccontasse questo fenomeno alle nuove generazioni. Tra parentesi, dopo il titolo dell’attività, il responsabile del progetto.

Le colonie africane dall’Italia liberale al fascismo
(Paola Salomon)
Si traccerà il bilancio complessivo di “impresa coloniale” riflettendo sulla sua  storia rimossa dalla coscienza nazionale. I temi affrontati includeranno l’ideologia razzista e la “missione civilizzatrice” dell’Italia fascista, con esempi pregnanti quali i crimini commessi e le repressioni verso i civili nei territori coloniali, nonché il fenomeno delle deportazioni anche verso luoghi italiani.
(terza media e istituti superiori; durata 2 h)

Un posto al sole. Breve viaggio nel colonialismo italiano
(Paola Salomon)
La storia del colonialismo italiano (in particolare gli anni ’30 del XX sec.) attraverso le vicende di alcuni bellunesi nell’Africa Orientale Italiana. Si propongono la lettura e l’analisi di materiali autentici, tra cui gli epistolari di un topografo in Somalia e di un alpino del Batt. “Belluno” in Eritrea-Etiopia, il diario di un bersagliere della 30^ Div. “Sabauda”, le letterine di alcuni scolari ad un medico militare e quelle di un soldato alla sua maestra. L’attività può essere realizzata sia nella forma della lezione frontale, supportata dalla proiezione di materiale documentario, sia in quella di laboratorio.
(terza media e istituti superiori; durata 2 h la lezione, 4 h il laboratorio)

L’imperialismo fascista negli anni della seconda guerra mondiale
(Paola Salomon)
L’incontro tende a far conoscere quali furono I territori occupati  durante la Seconda guerra mondiale e a far ragionare su quali rapporti di contrasti e di rivalità si vennero creando e consolidando con l’alleato tedesco. Quale doveva essere “l’uomo nuovo fascista” nel “nuovo ordine mediterraneo”? Come si presentava il dominio italiano tra le repressioni e la velleità civilizzatrice?
(terza media e istituti superiori; durata 2 h)