Regolamento della biblioteca

 (Attualmente in corso di revisione)

La Biblioteca dell’Istituto Storico Bellunese della Resistenza e dell’Età Contemporanea (ISBREC) è specializzata in storia contemporanea ed in particolare: Storia della seconda metà dell’800, Prima guerra mondiale, Fascismo e antifascismo, Seconda guerra mondiale e Resistenza, Dopoguerra, Storia locale, Storia e problemi dell’Europa, Storia militare, Didattica della storia, Economia, Sociologia.
Aderisce al Polo regionale veneto del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) e si attiene alle norme ed ai regolamenti emanati dal Polo. E riconosciuta dalla Regione Veneto come biblioteca di interesse locale.

Modalità di accesso

La Biblioteca è aperta al pubblico 13 ore settimanali con il seguente orario:

martedì: 9.30-12.30 e 15.30-18.30;
mercoledì: 15.00-18.00
giovedì: 15.30-18.30

L’accesso e l’eventuale iscrizione al prestito sono gratuiti ed immediati, nel rispetto delle norme relative al diritto d’autore e alla privacy. La Biblioteca garantisce agli utenti che i dati loro richiesti verranno utilizzati esclusivamente per l’erogazione dei servizi o per l’invio di informazioni legate all’attività della Biblioteca. Gli utenti hanno diritto di accesso ai dati che li riguardano e possono richiederne in ogni momento la modifica o la cancellazione, ai sensi della legislazione vigente.

Le sale studio sono a disposizione degli utenti per lettura, studio e ricerche sulle raccolte della  Biblioteca. Non sono consentiti lo studio con libri propri e la ricerca a scaffale aperto.

 
Servizi

– Informazioni e consulenza

– Consultazione, lettura e studio

– Prestito locale ed interbibliotecario

– Document Delivery

 
Consultazione

E’ possibile richiedere in consultazione fino a 4 opere per un massimo di 10 volumi compilando  l’apposito modulo. Al termine della consultazione i volumi dovranno essere riconsegnati al punto di distribuzione. Le richieste possono essere effettuate sino a quindici minuti prima dell’orario di chiusura della Biblioteca. Sono disponibili quattro postazioni individuali per la consultazione dei documenti.

 
Prestito

La Biblioteca effettua servizio di prestito a cui si può accedere previa iscrizione. Il prestito è personale e non deve essere assolutamente trasferito ad altro utente. L’utente è tenuto a controllare l’integrità dei documenti presi a prestito. Al rientro del documento verrà controllata l’integrità dello stesso e degli eventuali allegati.

Per iscriversi al prestito è necessario rivolgersi al personale, muniti di un documento d’identità valido, per la registrazione dei propri dati.

I lettori sono tenuti a comunicare tempestivamente eventuali cambi di indirizzo e numero telefonico.

I minorenni di età compresa fra gli 11 ed i 18 anni possono accedere al prestito se muniti di autorizzazione firmata da uno dei genitori, che si faccia garante dell’osservanza delle norme del servizio prestito e che sia tenuto a risarcire la Biblioteca in caso di smarrimento o danneggiamento.

E’ consentito il prestito di un massimo di 3 volumi.

La durata del prestito è di 30 giorni ed è possibile una proroga di 15 giorni a partire dalla data di scadenza, qualora il testo non sia richiesto da altri. E’ possibile prenotare un documento in prestito che resterà a disposizione per 3 giorni dopo la restituzione effettiva e l’avviso telefonico.

Sono esclusi dal prestito tutti i documenti che riportino un’indicazione di esclusione sul catalogo o sull’opera stessa, i volumi della consultazione, i periodici e le opere pubblicate prima del 1950 compreso, nonché tutti i documenti ed i testi non più in commercio ed in cattivo stato di conservazione.

I documenti multimediali vengono concessi in prestito personale per motivi di studio e/o di documentazione, oppure per scopi didattici e/o culturali, escludendo ogni fine di lucro e nel rispetto della normativa sul diritto d’autore.

 La durata del prestito è di 7 giorni non prorogabile, per un massimo di 4 documenti.

I lettori sono tenuti a restituire i documenti nei termini previsti, e nello stato di conservazione in cui sono stati ottenuti in prestito e l’eventuale danno dovrà essere risarcito nella misura del valore del documento smarrito o danneggiato.

L’utente che smarrisca (anche a causa del servizio postale) o danneggi, anche parzialmente, un documento ricevuto in prestito è tenuto a provvedere alla sua sostituzione, in accordo con le indicazioni dei Bibliotecari.

La Biblioteca rimane proprietaria del documento danneggiato.

L’utente che tratterrà il documento dopo i solleciti, subirà una sospensione del servizio di prestito presso la Biblioteca con segnalazione a tutte le biblioteche del Polo.

La consegna dei documenti disponibili per il prestito e la consultazione è immediata.

 
Condizioni fornitura dei documenti

La Biblioteca effettua Document Delivery e Prestito Interbibliotecario, nel rispetto della normativa sul Diritto d’Autore (L. 22/4/1941 n. 633 e successive modifiche).

Sono esclusi i documenti che possono subire danno dalla fotocopiatura e tutti i materiali multimediali. L’utilizzo dei documenti forniti dovrà essere strettamente personale e unicamente per attività di studio. La richiesta si può effettuare tramite  fax, e-mail, posta. La spedizione avverrà per  posta.

 
Document delivery

Si forniscono fotocopie di articoli di periodici o di parti di monografie con queste modalità:  studenti € 0,10 formato A4, € 0,20 formato A3; altri € 0,15 formato A4, €0,30 formato A3 a pagina, più spese di spedizione. Si richiede il rimborso tramite versamento su bollettino postale allegato.

 
Prestito interbibliotecario

E’ garantito a tutti i lettori iscritti al servizio di prestito. Il servizio provinciale è gratuito. Fuori provincia viene effettuato con tutte quelle Biblioteche che si impegnino a rispettare le norme che regolano il servizio. E’ fornito esclusivamente su richiesta di una Biblioteca ed è possibile fino ad un massimo di 3 volumi. Il prestito ha la durata di 30 giorni. La Biblioteca richiedente è responsabile del documento inviato: in caso di perdita o danneggiamento dovuto sia alla spedizione che all’utilizzo da parte del lettore, la Biblioteca sarà tenuta a provvedere alla sostituzione.


Documenti esclusi dal prestito

Sono esclusi dal prestito tutti i documenti che riportino un’indicazione di esclusione sul catalogo, i volumi della consultazione, i periodici, le opere pubblicate prima del 1950 compreso, gli audiovisivi, le tesi, nonché tutti i documenti ed i testi in cattivo stato di conservazione.

 
Servizi telematici e multimediali

La Biblioteca rende disponibili alla consultazione documenti e informazioni su qualsiasi supporto, sonori e multimediali (DVD, VHS, CD-ROM), consultabili in sede nelle apposite postazioni attrezzate.

Le postazioni disponibili sono due e si ricorda che i documenti audio video e multimediali non sono ammessi al prestito interbibliotecario.

Il personale offre assistenza di base per l’utilizzo delle postazioni multimediali.

L’utente è responsabile dell’utilizzo degli strumenti informatici durante il periodo di impiego ed è tenuto al rimborso in caso di danneggiamento.


Servizi di riproduzione

La riproduzione delle opere è ammessa ad esclusivo scopo personale e di studio, nel rispetto della normativa sul diritto d’autore e sul copyright (Legge n. 633 del 22/4/1941, Legge n. 248 del 18/8/2000 e successive modifiche).

La fotocopiatura è autorizzata compatibilmente con le disposizioni di tutela del patrimonio della Biblioteca.

Sono escluse dalla riproduzione, le opere in precario stato di conservazione o che possano riportare un danno dall’operazione. Il servizio è a pagamento.

Riproduzioni con macchina fotografica digitale sono gratuite limitatamente ai fondi ammessi al prestito. Il materiale riprodotto potrà essere utilizzato solo per uso personale, per studio e ricerca e senza scopo di lucro.